Addendum

Europe of Freedom and Direct Democracy Group

(41 MEPs displayed)

Annual report on competition policy
Committee on Economic and Monetary Affairs
A8-0474/2018:


Isabella
ADINOLFI
 FOR
Laura
AGEA
 (absent)
Daniela
AIUTO
 FOR
Tim
AKER
 (absent)
Jonathan
ARNOTT
 ABSTENTION (+) Whilst I supported various amendments aimed at improving transparency and democratic accountability, and ensuring that third countries’ actions do not distort the free market, I had to oppose the report overall because it seeks to further EU power and Commission action.
Tiziana
BEGHIN
 FOR
Joëlle
BERGERON
 FOR
Louise
BOURS
 (excused)
Jonathan
BULLOCK
 ABSTENTION
James
CARVER
 ABSTENTION (+) Whilst I supported various amendments aimed at improving transparency and democratic accountability, and ensuring that third countries’ actions do not distort the free market, I had to vote against this report overall, because it seeks further EU power and Commission action.
Fabio Massimo
CASTALDO
 FOR (+) La relazione d'iniziativa analizza gli aspetti relativi alla concorrenza nell'UE. Nel testo sono presenti molti spunti condivisibili per prevenire l'eccessiva concentrazione di mercato, l'abuso della posizione dominante e i cartelli. Si fa riferimento alla necessità di affrontare le sfide poste dall'economia basata sui dati e l'economia degli algoritmi e si invitano i colossi Apple, Google e Facebook, ad essere più trasparenti rispetto alle modalità di raccolta e utilizzo di dati personali. Vengono avanzate delle critiche alla proposta di fusione tra Siemens e Altsom nel settore ferroviario e tra Bayer e Monsanto nel settore agricolo. Tuttavia, non condivido la proposta di dotare la Commissione di maggiori risorse finanziarie e umane. Inoltre, non sono d'accordo con la richiesta di abolire gli aiuti di Stato temporanei, al settore finanziario, destinati alla stabilizzazione del sistema finanziario. Credo invece, che sia fondamentale modificare il framework esistente per eliminare le distorsioni alla concorrenza e per chiarire il ruolo degli aiuti di Stato nell'ambito delle risoluzioni bancarie. Per questi motivi ho deciso di astenermi.
Aymeric
CHAUPRADE
 FOR
David
COBURN
 ABSTENTION
Ignazio
CORRAO
 FOR (+) Questa relazione d'iniziativa, presentata annualmente dal Parlamento, analizza gli aspetti relativi alla concorrenza nell'UE. Lo scopo principale è quello di prevenire l'eccessiva concentrazione di mercato, l'abuso della posizione dominante e i cartelli.
Nel testo vengono fatti diversi riferimenti alle politiche di concorrenza necessarie nell'ambito del settore agricolo, delle telecomunicazioni e dei trasporti al fine di evitare una concentrazione eccessiva, come pure importante risulta il riferimento al caso Google e alla necessità di accorciare i tempi delle investigazioni antitrust.
Sebbene nel testo siano presenti diversi spunti condivisibili, risulta tuttavia non condivisibile la richiesta di dotare la Commissione di maggiori risorse finanziarie e umane, oltre alla richiesta di abolire gli aiuti di Stato temporanei, destinati alla stabilizzazione del sistema finanziario. Motivi che mi hanno fatto propendere per un'astensione.
Rosa
D'AMATO
 FOR
Mireille
D'ORNANO
 (absent)
William (The
Earl of) DARTMOUTH
 ABSTENTION
Bill
ETHERIDGE
 ABSTENTION
Eleonora
EVI
 FOR
Nigel
FARAGE
(none)
Laura
FERRARA
 FOR
Raymond
FINCH
 ABSTENTION
Nathan
GILL
 ABSTENTION
Sylvie
GODDYN
 FOR
Robert Jarosław
IWASZKIEWICZ
 AGAINST
Diane
JAMES
 (excused)
Jörg
MEUTHEN
 FOR
Giulia
MOI
 ABSTENTION
Bernard
MONOT
 FOR
Paul
NUTTALL
(none)
Patrick
O'FLYNN
 ABSTENTION
Rolandas
PAKSAS
(none) (+) Konkurencijos politikos ataskaita, mano supratimu, turi apimti visapusišką pažeidimų analizę. ES lygmeniu konkurencijos politika turi būti orientuota į vartotojo apsaugą, užkertant kelią neteisėtoms veikoms, ypatingai ES įmonių bendradarbiavimo su trečiųjų šalių įmonėmis atvejais. Tiek valstybės, tiek ES turėtų skatinti verslo įvairovę, sudaryti palankias sąlygas teisėtai konkurencijai, padėti mažoms bei vidutinėms įmonėms kurtis ir plėstis, stebėti veiklos atitiktį įstatymams, konkurencijos teisės aktams. Vis dėl to skatinu išlaikyti laikiną valstybės pagalbą valstybių narių finansų sektoriui. Viena vertus, reiktų atlikti išsamią šios pagalbos įgyvendinimo analizę. Tačiau tam tikras pažeidimų skaičius savaime negali sąlygoti būtinumo panaikinti šią pagalbos ir finansų stabilizavimo priemonę.
Margot
PARKER
 ABSTENTION (+) . – This non-legislative annual report calls on the Commission to act and accordingly we voted against.
Jiří
PAYNE
 ABSTENTION
Piernicola
PEDICINI
 FOR
Florian
PHILIPPOT
 (absent)
Julia
REID
 ABSTENTION (+) This non-legislative annual report calls on the Commission to act and accordingly we voted against.
Jill
SEYMOUR
 ABSTENTION (+) This non-legislative annual report calls on the Commission to act and accordingly I voted against.
Dario
TAMBURRANO
 FOR
Marco
VALLI
 FOR (+) . – Condivido in gran parte l'analisi di questa relazione annuale sulla politica di concorrenza che esprime, tra l'altro, una chiara condanna alle pratiche elusive delle multinazionali e i vantaggi fiscali illegali concessi dal Lussemburgo al colosso francese Engie, denuncia la condotta anti-concorrenziale di Black Rock nel mercato dei fondi pensione privati, ed esprime preoccupazione per l'approvazione della fusione tra Bayer e Monsanto.
Tuttavia, ritengo che manchi nella relazione un'analisi di ulteriori importanti aspetti legati alla politica di concorrenza nel settore finanziario. Non sono considerate per esempio le distorsioni concorrenziali dovute alle dismissioni accelerate di crediti deteriorati - sollecitate dalla BCE - in mercati illiquidi e dominati da pochi compratori, in primis Black rock. Quanto si parla di aiuti di Stato alle banche, non c'è alcuna contezza rispetto alle distorsioni legate all'applicazione asimmetrica della normativa sugli aiuti di Stato nei diversi Paesi UE. Dal 2008 al 2014, quando gli aiuti erano permessi, alcuni Paesi sono intervenuti massicciamente per salvare le loro banche (solo la Germania ha totalizzato circa 238 miliardi di aiuti pubblici). Altri Paesi tuttavia - come l'Italia –hanno approfittato in minima parte del regime transitorio e una volta cambiate le regole, si sono ritrovati ad affrontare gli effetti della crisi con le mani legate. Per questi motivi mi sono astenuto sul testo finale.
Marco
ZULLO
 FOR